Via Marmontova

Marmot strada non è solo splendida ma ...

Via Marmontova

Benché conquistatore, il maresciallo di Napoleone, Marmont, meritò di avere una via a suo nome per il contributo che diede all’urbanizzazione delle città dalmate. Gli spalatini gli dedicarono la più bella via cittadina, ricca di storia. In essa, nel 1922, fu fondata la biblioteca e la sala di lettura per francofili, oggi sede dell’Alliance Francaise. Ospita il primo cinematografo della città, Karaman. Vi si trova, inoltre, la pescheria, una delle poche al mondo priva delle mosche grazie all’odore di zolfo proveniente dalle vicine terme con acque sulfuree. In questa via si trovano anche due bellissimi palazzi secessionisti, quello dei Duplančić e quello dei Tončić, mentre la sua parte settentrionale, attraverso il bastione veneziano, si fonde nell’architettura del teatro e della chiesa Madonna della Salute. La Via Marmont ospita anche due importanti spazi di esposizione, il Salone Galić e la Galleria di Fotografia. Due passaggi la collegano con le Prokurative. Costellata da numerosi negozi, la Via Marmont rappresenta la più importante zona commerciale della città mentre nella sua estremità nord sono situati alcuni dei più frequentati bar e ristoranti. La spiritosa e curiosa fontana chiamata Pirja (Imbuto) non può non essere notata. Osservandola vi chiederete certamente: Cosa ci voleva dire l’autore?

Quota:

Salienti